nostro parere sui Migliori passaverdure


Come scegliere un passaverdure?

Un buon passaverdure è un dispositivo che permette di ottenere zuppe di diversa consistenza grazie a lame diverse. Così farete una buona zuppa di verdure cremosa. Inoltre, ha senso acquistare un modello che non arrugginisca facilmente poiché il materiale di costruzione resisterà a significativi cambiamenti di temperatura. Inoltre, quando si utilizza questo tipo di dispositivo è sempre frustrante dover lottare con l’equipaggiamento o avere una notevole quantità di schizzi. Pertanto, è meglio scegliere un modello compatto e molto stabile.
L’acquisto di un passaverdura dovrebbe essere un atto premuroso. Il prezzo di questo dispositivo può variare enormemente a causa della marca del dispositivo, della sua qualità e dei vari accessori che lo accompagnano. Inoltre in commercio esistono due tipologie di passaverdure: manuali ed elettrici. Di seguito vi diamo alcuni criteri per aiutarvi nella vostra scelta.

Prezzo e materiale di costruzione

La ruggine è nemica di ogni cucina. In effetti, è un ingrediente dannoso per tutta la famiglia. Per questo motivo, quando si acquista un passaverdure, è importante considerare il materiale di fabbricazione. Qui, sarà saggio indossare la tua scelta su un modello in acciaio inossidabile. Ha diversi vantaggi come robustezza e facilità di manutenzione. Per circa 25 euro, puoi trovare buoni modelli in acciaio inossidabile.

La dimensione

È un parametro importante nella tua scelta. Sarebbe imbarazzante e fastidioso doverlo ripassare più volte per fare una buona quantità di zuppa. Quindi è conveniente scegliere un passaverdure con una capacità da 1 a 1,7 litri o un diametro di 20-23 cm. Innanzitutto, non sarai sopraffatto dalla quantità di cibo già frantumato. E secondo, non dovrai usare una forchetta per staccare la lama.

La lama

È il cuore del tuo dispositivo. La maggior parte dei passaverdure venduti nei negozi ha una lama circolare o semicircolare e quest’ultima dovrebbe avere un’inclinazione ideale. Infatti, se la tua lama si avvicina ad un angolo di circa 30 o 40°, il tuo elettrodomestico spingerà il cibo sul fondo senza schiacciarlo. Inoltre un buon passaverdure dovrebbe avere una molla che non sia né troppo morbida né troppo dura. Una qualità della molla troppo rigida renderà il compito difficile.

Genere e oggetti di scena

Prima di tutto, potrai trovare un tritaverdure elettrico e portatile. Questo modello sarà dotato di una maniglia dotata di cavo elettrico e motore. Il rovescio della medaglia è il suo prezzo più alto, ma non dovrai usare la forza delle tue maniglie.
Quindi, un buon passaverdure, elettrico o manuale, dovrebbe avere tre piedi in modo da poterlo fissare saldamente alla parte superiore di un contenitore. Inoltre, sarà saggio scegliere un modello con almeno 2 griglie. Questo vi permetterà di modificare la consistenza delle vostre zuppe.

Come usare un passaverdure?

Una domanda che tutti si pongono è la seguente: “Perché usare un dispositivo manuale quando hai un frullatore o un robot?”. Il tipo di cottura effettuato con un passaverdura manuale è “biologico”. Infatti una lama con una velocità di rotazione troppo alta maltratta un ingrediente e otterrete un piatto insipido. Ad esempio, il purè di patate fatto con un frullatore produrrà troppo amido e sarà appiccicoso. Non preoccuparti, le prossime righe ti mostreranno alcuni consigli pratici per l’uso.

Funzionamento

Dopo un nuovo acquisto, sei stupito che il tuo dispositivo richieda un po’ di assemblaggio. Ti ci abituerai presto. Le istruzioni incluse nella confezione, infatti, ti mostreranno attraverso uno schema tutti i passaggi necessari. E ce ne sono pochi. L’unica indicazione di sicurezza è quella di fissare saldamente l’apparecchio al contenitore e di maneggiarlo con movimenti fermi.

Utilità

Una buona maggioranza delle persone ha un passaverdura in cucina dopo aver avuto un bambino. Le mamme, infatti, vogliono offrire al loro bambino cibo sano e biologico in modo che possa crescere in sicurezza. Un passaverdure può essere utilizzato per fare composte, marmellate, salse e naturalmente la famosa zuppa di verdure della nonna. La sua capacità di essere molto manovrabile lo rende un compagno ideale.

L’intervista

Dopo ogni utilizzo, devi lavare il tuo passaverdure. Se hai scelto il modello in acciaio inox, ti basterà smontarlo e pulirlo sotto l’acqua calda con una spugna e sapone. Uno dei vantaggi di questo materiale è che è di facile manutenzione. Inoltre, se hai un modello in plastica, aiuta a spazzolare bene le scanalature per rimuovere eventuali residui di cibo.

Domande frequenti sul mulino

Cos’è un passaverdure?

Un passaverdure è un dispositivo che schiaccia e setaccia frutta e verdura per schiacciarle. Chi non ricorda la buona composta o la marmellata della “nonna”. Probabilmente ha usato un passaverdura per farli. È un elettrodomestico che da generazioni trova posto in cucina per la sua maneggevolezza e le dimensioni compatte. A differenza degli elettrodomestici come un robot da cucina o un frullatore, un macinino da cucina può essere facilmente riposto in un armadio e pulito in un batter d’occhio.

Qual è la differenza tra un passaverdure e un frullatore o robot da cucina?

Certo, l’innovazione portata dai moderni elettrodomestici ha permesso di far cucinare più persone, ma i diversi livelli di velocità prodotti dalle lame di frullatori o robot da cucina incorporano aria nella preparazione, la qualità intrinseca di alcuni ingredienti. Inoltre, i suoi dispositivi richiedono una presa elettrica e la loro manutenzione è complicata.
Al contrario, un passaverdure è compatto ed è molto facile da usare. Sui buoni modelli, non dovrai forzare la leva. Inoltre, consente una cucina “organica” e la sua pulizia avviene rapidamente.

Come scegliere un passaverdure?

Prima di tutto, sarà utile fare la tua scelta in base a diversi criteri come dimensione, lama e accessori.
La lama è lo strumento che macina il cibo, perché la sua posizione curva spingerà il cibo sulla griglia del setaccio. L’inclinazione della lama non dovrebbe essere troppo grande.
La dimensione del tuo dispositivo dovrebbe essere sufficiente per l’attività che stai svolgendo. Si prega di scegliere un apparecchio che abbia spazio sufficiente per contenere cibo a sufficienza in una volta.
Come accessorio, un passaverdure dovrebbe avere una leva e un’impugnatura ergonomica e comoda per consentirti di compiere movimenti fermi. Inoltre, hai bisogno di una griglia o due per poter dare diverse consistenze al tuo pastone.

Come usare un passaverdure?

L’uso di un passaverdure può diventare rapidamente fastidioso. La ciotola che scivola o un mulino bloccato. Innanzitutto, è necessario posizionare bene il dispositivo sul contenitore fissandolo saldamente. Quindi assicurati che il tutto non scivoli al minimo movimento. Quindi, scegli una griglia adattata al livello di consistenza desiderato. Infine vi basterà girare la manovella in senso orario per ottenere una bella purea.
Tuttavia, è essenziale utilizzare cibi cotti o precotti con l’apparecchio. Non è necessario raffreddarli completamente prima di iniziare l’operazione.

Come mantenere un passaverdura?

Se avete optato per un passaverdure in acciaio inox o alluminio, dovete smontare l’apparecchio, con delicatezza. Una volta smontate tutte le parti, puoi pulirle sotto l’acqua calda o fredda, a seconda, quindi utilizzare una spugna insaponata. Inoltre, i suoi dispositivi sono generalmente lavabili in lavastoviglie. Inoltre, per i modelli non sfoderabili o in plastica, sarà utile utilizzare una spazzola per rimuovere tutti i residui di cibo prima di inserirlo nella macchina. Tuttavia, per i materiali plastici, sarà opportuno leggere attentamente le sue istruzioni per conoscerne i limiti.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti