Miglior pHmetro del terreno


Guida all’acquisto e domande frequenti del misuratore di pH del suolo

Come abbiamo scelto la nostra selezione dei migliori pHmetri del terreno

Il pHmetro del terreno è uno strumento essenziale per il giardinaggio che ti consente di sapere quali regolazioni devi apportare per aiutare le tue piante a crescere. L’uso di un pHmetro inefficiente non solo non è necessario; può anche essere dannoso se si effettuano le regolazioni sbagliate del pH. Questo è il motivo per cui abbiamo utilizzato criteri rigorosi nella scelta della nostra selezione, tra cui:

Prezzo – Come per qualsiasi altra cosa, il prezzo non è necessariamente un indicatore di qualità. Tuttavia, è un criterio importante nella scelta del contatore da acquistare, soprattutto per i dilettanti. Tutti i contatori della nostra lista offrono un eccezionale rapporto qualità-prezzo soddisfacendo al tempo stesso tutti i budget.

Marca – Testare il pH del terreno non è lo stesso che testare il pH di un liquido. Ecco perché abbiamo preso in considerazione solo marchi noti per i loro prodotti per il giardinaggio o la cura del prato. Ogni misuratore o kit di test presentato in questo articolo è stato progettato specificamente per il giardinaggio o l’architettura del paesaggio.

Recensioni – Non ha senso negarlo. Le recensioni dei clienti sono lo strumento più potente che puoi utilizzare per valutare la qualità di un prodotto. Ne abbiamo letti centinaia e abbiamo selezionato solo pHmetri del terreno che si sono dimostrati affidabili e precisi.

Caratteristiche da cercare nei misuratori di pH del suolo

Che tu sia un giardiniere esperto o un principiante, ci sono alcuni elementi essenziali che dovresti cercare nei pHmetri del terreno.

Facilità d’uso – Non importa se hai un dottorato in chimica o no. Il pHmetro o il kit che hai dovrebbe essere facile da usare. Cerca test o kit che diano risultati facili da leggere. I kit di coloranti chimici possono essere un po’ più complicati da usare per chi non ha conoscenze di chimica; d’altra parte, i misuratori del tipo a sonda richiedono solo di inserire la sonda nel terreno o nel campione di terreno diluito.

Precisione – La cosa più importante da controllare è la precisione del dispositivo che stai utilizzando. Se usati correttamente, i kit di coloranti chimici danno risultati accurati, anche se non restituiscono un valore specifico. Per garantire la precisione di un misuratore a sonda, si consiglia di testarlo più volte e di fare una media. Puoi anche prelevare un campione di terreno e inviarlo al tuo laboratorio locale per confrontare i risultati con le letture del contatore. È un modo rapido e sicuro per valutare l’accuratezza del tuo strumento.

Profondità della sonda – La regola d’oro da tenere a mente è che dovresti misurare il pH a livello della radice. La profondità effettiva dipende dalle piante che stai coltivando e può variare da 2 a 10 pollici. Le sonde più lunghe che operano a profondità inferiori sono più versatili di quelle che utilizzano sonde corte. Puoi anche procurarti un pHmetro che richiede un campione di terreno diluito. In questo caso, puoi prelevare il campione di terreno a qualsiasi profondità senza preoccuparti della lunghezza della sonda.

Scopo – Non tutti i pHmetri del terreno sono uguali. Le sonde di misurazione analogiche in genere misurano il pH tra 3 e 8. Questo è ottimo per le piante mature, ma le piantine potrebbero aver bisogno di un po’ più di controllo. Per loro, un misuratore digitale sviluppato per la germinazione delle piante potrebbe essere una scelta migliore, poiché la loro gamma copre l’intero spettro di pH da 1 a 14. Anche i test sui coloranti chimici possono offrire risultati abbastanza accurati che coprono l’intero spettro.

Alimentazione elettrica – I coloranti chimici e le sonde di misura sono semplici da usare e non richiedono alcuna fonte di alimentazione. I contatori digitali generalmente richiedono batterie. È l’ideale per controllare il tipo di batterie di cui hanno bisogno e assicurarsi che siano prontamente disponibili sul mercato; la maggior parte dei dispositivi utilizza batterie alcaline CR2 o AAA.

Caratteristiche aggiuntive – Oltre al pH, puoi anche testare il livello di nutrienti, umidità o illuminazione delle tue piante. È facile trovare i kit oi misuratori giusti per le tue esigenze, quindi devi solo scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Domande frequenti sul pHmetro del suolo

Quanto è preciso il mio pHmetro del terreno?

La precisione dipende da una serie di fattori, tra cui la qualità del dispositivo, il suo corretto utilizzo, ma anche la portata che copre. L’intervallo di pH più ampio è compreso tra 5 e 8, quindi si consiglia di acquistare un misuratore che copra un intervallo più breve e includa tale intervallo piuttosto che un intervallo più ampio. Per garantire la precisione, analizzare sempre lo stesso campione di terreno quattro o cinque volte e fare la media.

Il mio pHmetro del terreno funzionerà all’interno e all’esterno?

La maggior parte dei pHmetri funziona bene sia per le piante in vaso da interni che per quelle all’aperto; questo è solitamente specificato nel manuale o nelle istruzioni del prodotto.

Come devo mantenere il mio nuovo pHmetro?

Se vuoi ottenere il massimo dal tuo nuovo pHmetro, tieni pulite le sonde e puliscile sempre con un panno pulito prima di effettuare una misurazione. La maggior parte dei contatori tende a perdere precisione se lasciata nel terreno per troppo tempo. Una volta misurato il pH, riponi il pHmetro in una scatola o busta e conservalo in un luogo asciutto. Seguire anche tutte le istruzioni per l’uso e la cura fornite dal produttore per evitare danni.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti