La Migliore penna per calligrafia


Guida all’acquisto e domande frequenti della penna per calligrafia

Come abbiamo scelto la nostra selezione di penne per calligrafia

Qui a Giga Store, amiamo il duro lavoro, quindi non devi farlo tu. Il nostro team di ricercatori si impegna a riunire tutti i prodotti disponibili sul mercato in un elenco completo e rappresentativo del meglio che questa categoria ha da offrire oggi, dalle penne per calligrafia alle etichettatrici. ! Esaminiamo le recensioni dei consumatori, le combiniamo con le nostre conoscenze e opinioni, per formare guide all’acquisto imparziali in modo che tu possa alla fine prendere la tua decisione.

Recensioni – sempre una risorsa preziosa,esame le opinioni dei consumatori che hanno provato e testato i prodotti e hanno lasciato le loro recensioni oneste sono una parte essenziale della ricerca che facciamo.

Il qualità – nulla è nella nostra lista se non possiamo essere sicuri che rappresenti un ottimo rapporto qualità-prezzo e fornisca un’ottima esperienza utente.

Marca – è fondamentale presentare un campione imparziale e rappresentativo di tutte le migliori marche di una categoria e non solo i leader di mercato.

Domande frequenti sulla penna per calligrafia

Le penne stilografiche e le penne per calligrafia sono la stessa cosa?

Le stilografiche e le penne calligrafiche sono infatti molto simili, e ti dispiacerebbe confonderle in quanto i termini sono abbastanza comunemente intercambiabili, ma ci sono comunque alcune importanti differenze che le distinguono l’una dall’altra.

Una penna stilografica utilizza una soluzione di inchiostro composta da un solvente e un soluto. Questo ti dà una soluzione omogenea che è stata studiata per non intasare la penna stilografica e per dare un risultato di scrittura liscio e uniforme su tutta la superficie della carta. Questo è un inchiostro con una consistenza riflettente che non è adatto per intingere un pennino, che è il processo tipicamente utilizzato in calligrafia, sebbene con le cartucce si possano utilizzare anche penne stilografiche e calligrafiche.

Gli inchiostri per calligrafia tendono ad essere più fortemente pigmentati, con il loro colore composto, come una vernice, dal materiale solido macinato, in contrasto con la colorazione del colorante diluito o disciolto che si trova in una penna stilografica. L’inchiostro per calligrafia ostruisce una penna stilografica a causa della sua consistenza più spessa.

La penna calligrafica è sostanzialmente un sottotipo della penna stilografica e sotto questo aspetto appartiene alla stessa famiglia, ma ognuna richiede manutenzioni e cure diverse. Al giorno d’oggi, la maggior parte delle penne per calligrafia sono dotate di una cartuccia d’inchiostro in plastica e un pennino in metallo per la scrittura, oppure possono essere penne a immersione totale che richiedono un calamaio con azione ripetuta di impregnazione della piuma richiesta. Le penne stilografiche tendono ad essere più costose e l’uso di inchiostri calligrafici all’interno causerà danni.

È il pennino che hanno le due penne che le distingue. Le penne stilografiche in genere presentano un pennino affilato realizzato con un materiale come acciaio, oro o rodio e sono disponibili in una varietà di formati, da extra fine a audace. I pennini per calligrafia, invece, si caratterizzano per la loro larghezza e il bordo piatto, che permette di creare segni di vario spessore nei tratti. Questo è ciò che li rende più adatti alla calligrafia stilizzata e unica. Per ottenere uno stile di scrittura diverso, la penna dovrebbe essere tenuta ad angoli diversi per creare tratti di diverse dimensioni e direzione. La dimensione del pennino è generalmente definita da piccola a grande e si traduce in una misura al millimetro.

Sai scrivere calligrafia con una penna stilografica?

La calligrafia è uno stile di scrittura che esiste da migliaia di anni e, che tu sia un artista o un hobbista, può essere un’abilità creativa e gratificante da imparare. In effetti, puoi scegliere di scrivere in stile calligrafico con uno dei quattro diversi tipi di penna, inclusa una penna stilografica, anche se i puristi affermano che solo una penna calligrafica specifica andrà bene. Le tue opzioni sono:

Pennarelli con punta in feltro – Un’opzione economica per un principiante che è facile da usare e non richiede nemmeno la gestione dell’inchiostro. Sono buoni per la pratica, ma certamente non adatti per opere d’arte o qualsiasi altro stile importante di materiale su cui potresti lavorare.

Penne stilografiche – Queste penne sono una scelta popolare per i calligrafi di livello intermedio e anche per quelli più avanzati. Utilizzano pennini e cartucce di inchiostro intercambiabili e possono essere utilizzati per perfezionare tecnica e stile.

Penne a immersione – Una penna a immersione tradizionale è composta da tre parti: il manico, il supporto del pennino e l’asta. Questo stile di penna è preferito dai calligrafi avanzati, ma può essere utilizzato dai principianti che sono molto pazienti e cercano di praticare il loro stile e il loro talento.

Pennarelli – Questo tipo di pennello ha una sottile testina in nylon o setole di zibellino ed è solitamente corto e rigido per fornire un controllo e una precisione sufficienti per quei tratti. Possono tuttavia essere difficili da usare per i principianti e richiedono sicuramente molta pratica e una mano ferma e controllata.

L’inchiostro per calligrafia è velenoso?

Al giorno d’oggi questo è il caso della maggior parte degli inchiostri, compresi quelli progettati specificamente per l’uso quando si pratica l’arte della calligrafia, ma è sempre meglio controllare la marca che si sta acquistando per essere sicuri.

I mancini possono fare calligrafia?

Assolutamente sì, i mancini possono imparare molto bene l’arte della calligrafia proprio come i destrimani. Infatti, uno dei calligrafi più impressionanti e famosi del mondo, Gaynor Goffe, è mancino. Il problema principale che dovrai superare è come tenere questa penna ad angolo retto per creare i tratti. Puoi anche acquistare una speciale piuma obliqua sinistra che ti aiuterà a padroneggiare la tecnica. Se sei mancino e vuoi saperne di più su come posizionare la lavagna e tenere in mano la penna, la Calligraphy and Lettering Arts Association ha alcuni utili suggerimenti e consigli su questo argomento.

Come pulisco le penne per calligrafia?

Se non hai mai usato penne e pennini per calligrafia prima, ci vorrà un po’ per abituarti. Ci sono alcuni importanti suggerimenti per la manutenzione che dovresti seguire, inclusa la pulizia della penna. Ecco alcune raccomandazioni chiave.

Rimuovi l’olio del produttore con cui verrà spedito il tuo nuovo pennino prima di iniziare. Questo olio viene aggiunto per aiutare il pennino a rimanere bello, ma non si mescola bene con l’inchiostro. Un modo semplice e veloce per eliminare questo olio è mettere la piuma in una patata, quindi attendere quindici minuti prima di rimuoverla, ovviamente dopo aver buttato via la patata!

Si consiglia di pulire regolarmente il pennino, sia durante che dopo l’uso. Se stai lavorando con vernici più spesse, come gli inchiostri, questo è particolarmente importante. Non hai bisogno di detergenti fantasiosi, una buona vecchia pentola d’acqua sarà sufficiente per pulire queste piume. Fai scorrere delicatamente la piuma nell’acqua e, quando hai finito, strizza il pennino in un panno asciutto, pizzicandolo tra il pollice e l’indice per rimuovere l’umidità in eccesso. Assicurati che il pennino sia asciutto prima di ricominciare a scrivere o riporlo per un’altra sessione di calligrafia.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti