I Migliori idropulsori dentali per Migliorare la tua igiene


Guida all’acquisto dell’idropulsore dentale

Tutte queste tecnologie sembrano davvero molto ispirate e progettate per aiutare la nostra salute orale portandola al livello successivo. Ma cosa dovresti cercare nel filo interdentale a base d’acqua? Hai molte domande che ti frullano per la testa, ma ci siamo presi la libertà di rispondere per te. Non importa come lo giri, il filo interdentale a base d’acqua è due volte più efficace del filo interdentale tradizionale.

Le linee d’acqua vanno bene per l’apparecchio?

A nessuno piace avere l’apparecchio. I tuoi ragazzi (o se sei bloccato con l’apparecchio per adulti, come lo è il 2-3% della popolazione) sono mortificati dai loro apparecchi ed è difficile tenerli puliti. È francamente frustrante, quindi si rivolgono al filo interdentale per aiutare il processo. Nonostante lo scetticismo dei principali dentisti, il filo interdentale a base d’acqua si è dimostrato più adatto per gli apparecchi per i seguenti motivi

Rimozione della placca dentale – Uno degli aspetti più difficili dell’utilizzo degli apparecchi ortodontici è tenerli puliti. È un lavoro di routine completo, e almeno tre volte al giorno. Nessuno ha il tempo di affrontarlo in quel modo. L’acqua corrente rimuove la placca dentale in modo molto più efficace. L’erosione dell’acqua è abbastanza delicata da rimuovere la placca che si accumula intorno agli apparecchi all’interno della bocca e abbastanza delicata da non irritare le gengive o causare l’erosione dei denti. Se questa sembra la soluzione perfetta, è perché lo è davvero.

Prevenzione del tartaro – Quando non ti prendi cura della placca che si forma in bocca, ti viene il tartaro. Gli apparecchi sono progettati per raddrizzare i denti e metterti in carreggiata per un morso perfettamente allineato, e così via. Tuttavia, è più probabile che gli apparecchi causino carie perché consentono alle particelle di cibo e alla placca dentale di rimanere bloccate in luoghi difficili da raggiungere. Il tartaro è una placca attaccata che, una volta posizionata, di solito può essere rimossa solo con apparecchiature dentali specializzate. Prevenire il tartaro è come prevenire la carie: il tartaro si attacca ai denti e i batteri divorano lo smalto sottostante.

Prevenzione carie – Anche piccole quantità di zucchero nel latte o nella pasta possono causare carie. Quando si oscilla con un apparecchio orale, prevenire la carie non è davvero facile. In effetti, è molto più probabile che ne soffrirai se non stai attento. Detto questo, i fili dell’acqua raccolgono tutte le piccole particelle che non puoi vedere ad occhio nudo e le aree difficili da raggiungere. Nessuno vuole farsi rimuovere l’apparecchio solo per scoprire che una cavità si è nascosta sotto per tutto questo tempo. Nella maggior parte dei casi, ci vuole perforazione e riempimento, e nessuno lo vuole.

Il filo interdentale è migliore del filo interdentale?

Non c’è una sola volta in cui il filo interdentale tradizionale è più adatto. Puoi tagliarti e danneggiare le tue gengive, e se hai una malattia gengivale (malattia parodontale) stai solo causando danni e non dai il tempo di guarire. È un paradosso: cerchi di mantenere la bocca sana, ma allo stesso tempo la tieni ferma.

Il filo interdentale tradizionale è più duro per i denti e le gengive, ma è anche molto, molto facile da rompere. Sembra semplice: passa il filo interdentale tra i denti, ta-da, il gioco è fatto. In effetti, la maggior parte degli americani usa il filo interdentale male, il che li mette in una posizione di fallimento. Il filo interdentale con acqua rimuove più particelle di cibo e batteri e lascia la bocca fresca ogni volta.

Il filo interdentale combatte l’alitosi?

Alcuni di noi hanno semplicemente più batteri in bocca di altri. Quando lo fa, questo batterio sviluppa un odore. Molti di noi respirano al mattino – succede – ma se tieni la bocca chiusa per un’ora o due e noti che lo stesso odore ritorna, anche a metà giornata, probabilmente hai un aumento del livello di batteri nel tuo bocca che crea l’alitosi.

Il filo interdentale con l’acqua è un modo perfetto per prendersene cura. Non si tratta solo di filo interdentale tra i denti, ma anche sotto la lingua e nelle zone difficili da raggiungere tra i molari superiori e le pareti delle guance. La pelle della tua bocca ha piccole cellule che assorbono tutto ciò che vi entra, e spesso queste possono essere dove si trovano i batteri. L’uso di un filo d’acqua su tutta la bocca può praticamente eliminare l’alitosi più a lungo di qualsiasi altra forma di filo interdentale.

Come usare l’acqua corrente?

Con quasi tutti i modelli otterrai un design simile. Il filo interdentale con l’acqua è il modo migliore per pulire i denti e prevenire carie, malattie gengivali e altro – usarlo correttamente è estremamente importante. Segui i passaggi seguenti e sarai sulla buona strada per migliorare la tua salute orale.

  1. Acqua tiepida

Le linee dell’acqua scorrono dal serbatoio e utilizzerai tutta la riserva d’acqua. Con il rubinetto, fai scorrere l’acqua tiepida. Non avere fretta: assicurati che la temperatura sia giusta in modo che l’acqua sia confortevole e rimuova il più possibile la placca e i residui di particelle di cibo.

  1. Avviare

Accendi il tuo flusso d’acqua e preparati a sentire la guarigione. Metti il ​​filo interdentale in bocca e aumenta gradualmente dall’impostazione più bassa. Dovrai trovare un posto dove ti senti a tuo agio, in modo da non applicare troppa pressione. Questo metodo viene spesso utilizzato per le persone con gengive sensibili. Ogni livello del tuo corso d’acqua è sicuro, ma non devi irritare le gengive con troppa pressione la prima volta che lo usi.

  1. Trova il tuo ritmo

La maggior parte delle linee d’acqua dovrebbe essere utilizzata solo per sessanta secondi. Se senti davvero il bisogno di pulire di più, allora non rischierai di danneggiare le gengive. Inizia dal bordo delle gengive, dove incontrano i denti, e procedi lentamente. Fermati un secondo tra un dente e l’altro, per raccogliere tutti i batteri e le particelle che sono intrappolati tra i denti e più vicini alle gengive.

Nota: potresti avere un modello che richiede di girare lo strumento a metà del suo utilizzo, in modo da poter pulire correttamente i denti dalla parte superiore della bocca, alla parte inferiore della bocca con un’angolazione diversa.

  1. Sessanta secondi sono tutto quello che serve

Nella maggior parte dei modelli, usa semplicemente questa regola dei sessanta secondi e sarai a posto. Quando usi il filo interdentale, scoprirai che l’opzione migliore sarà quella di appendere la bocca sul lavandino e tenerla quasi chiusa, ma con abbastanza spazio per consentire all’acqua di scorrere liberamente. Usalo, mettilo via e preparati a usare di nuovo il filo interdentale più tardi.

Quante volte al giorno dovrei usare un Water Pik?

A seconda di come vuoi avvicinarti alla tua salute orale, ti consigliamo di usare il filo interdentale tre volte al giorno. La maggior parte dei dentisti consiglia di utilizzare il filo interdentale tradizionale prima di ogni spazzolatura e, in media, dovresti lavarti i denti tre volte al giorno. Poiché i getti d’acqua non ti faranno male, puoi assolutamente usarlo più di tre volte al giorno.

Se hai una malattia parodontale e noti piccoli crateri nei denti che spesso promuovono la crescita di batteri, puoi essere proattivo e attaccare questi luoghi il più spesso possibile. Questo può essere fatto con la tua linea di galleggiamento.

Devo usare il filo interdentale prima o dopo aver lavato i denti?

Questo è interessante perché ci è stato insegnato per la maggior parte della nostra vita a usare il filo interdentale dopo lo spazzolino, quando in realtà non ti fa molto bene. Se usi il filo interdentale con acqua prima di lavarti i denti ogni giorno, eliminerai tutti i batteri facili e la placca dentale, il che consentirà al tuo dentifricio di fare un po’ meglio il suo lavoro. Il tuo dentifricio sarà in grado di fare schiuma tra i denti, il che ti permetterà di pulirti meglio ogni volta.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti