Miglior altoparlante intelligente


Guida all’acquisto di altoparlanti intelligenti e domande frequenti

C’è molto da amare su questi piccoli gadget, ma con più funzionalità e controllo sulla tua casa arrivano più problemi. Tieniti aggiornato su tutto, dall’alto verso il basso. Questo è ciò che dovresti guardare quando arriva il momento di effettuare l’acquisto.

Come abbiamo scelto la nostra selezione di altoparlanti intelligenti

Prestazione – Le prestazioni sono un argomento generale che copre la qualità del suono, i bassi, la facilità di connettività e oltre venti aspetti aggiuntivi che abbiamo cercato in questi altoparlanti intelligenti (Recensioni e Guida all’acquisto).

Recensioni – Testiamo i prodotti, ma esaminiamo anche i vari gradi di feedback degli utenti su ciascun prodotto. Aiuta ad ampliare la portata di richiami, problemi di marchio, malfunzionamenti tecnologici, ecc.

Marca – C’è un’enorme guerra di marchi in quest’area che è bella per te che sei l’acquirente: sono tutti in competizione per la tua attività in uno degli ultimi due anni di prodotti caldi. Tutti vogliono un altoparlante intelligente, che si tratti di Apple Homepod, Google Home o Amazon Echo, il che significa che i marchi più piccoli (in questo spazio) devono migliorare le proprie capacità competitive.

Qualità – Dalla costruzione esterna ai componenti interni e al modo in cui accedi alle tue funzionalità, la qualità è l’ultimo custode. Devi essere in grado di fidarti di esso grazie alle sovratensioni elettriche e ai molti anni di utilizzo.

Funzionalità da cercare negli altoparlanti intelligenti

Connettività – Poiché è semplice da connettere, quanto tempo occorre prima che il dispositivo perda il segnale e così via. La connettività è come un legame invisibile.

Bluetooth – Esistono diversi livelli di Bluetooth, sebbene la maggior parte dei dispositivi utilizzi Bluetooth 4.1, dovresti comunque stare attento. Una cosa importante da cercare nelle recensioni degli utenti sono le segnalazioni di problemi con Bluetooth.

Facilità d’uso – A nessuno piacciono le configurazioni lunghe e i modi indiretti di accedere alle funzioni. La configurazione iniziale dovrebbe essere semplice, così come i comandi vocali e i dispositivi di connessione.

Volume – Massimo volume e mantenimento della qualità durante tutto il processo. Se non riesce a far risuonare le tue melodie da una stanza all’altra, o se lo fa con difficoltà, gli manca metà del suo omonimo. Non si tratta solo di musica: se vuoi chiedere ad Alexa una ricetta dal tuo sito preferito o leggere ad alta voce i tuoi nuovi commenti su Facebook, deve essere chiaro.

Durata – Incontrerai un livello universale di modelli a bassa durata, principalmente a causa del rivestimento in tessuto sulla maggior parte dei modelli. I modelli in plastica dura sono meno fragili, ma non emettono suoni né ascoltano facilmente i comandi vocali. In verità, gli altoparlanti intelligenti sono abbastanza fragili.

Portabilità – È anche una questione di alimentazione, di cui parleremo tra poco. Sono tutti abbastanza leggeri, quindi spostarli non è un problema, si tratta solo di essere in grado di utilizzare l’altoparlante mentre lo si sposta senza perdere un colpo.

Impostazione dell’altoparlante – Vuoi rispondere alle chiamate senza doverti alzare? Non devi nemmeno alzare un dito. Chiama, rispondi alle telefonate e urla in giro per la stanza per rispondere e parlare con qualcuno. È il massimo che il vivavoce possa mai arrivare, ed è fantastico.

Comando vocale – Non tutti hanno il controllo vocale, ma ognuno può essere utilizzato con Bluetooth e/o Wi-Fi per connettersi manualmente ai propri dispositivi. Il controllo vocale è un desiderio abbastanza comune per gli altoparlanti intelligenti, che è uno dei motivi per cui Amazon Echo è il miglior cane.

Design – Il tuo altoparlante intelligente è fuori dalla vista, fuori dalla mente. Se non ne hai mai posseduto uno prima, rimarrai stupito di quante volte non lo guarderai nemmeno quando dai i comandi vocali. La maggior parte dei design sono abbastanza simili, con un involucro in tessuto che circonda l’altoparlante, che gli conferisce una qualità audio priva di elettricità statica e consente di ascoltare quando si urla un comando. Gli unici aspetti del design che sono fondamentali per la decisione di acquisto sono le dimensioni.

Personalizzazione – Ciò include alcune funzioni più piccole come le funzioni di illuminazione a LED, la chiamata per nome dal tuo PDA e alcuni altri dettagli. Se vuoi andare fino in fondo, di fascia alta e oltre, è bello avere, ma non è necessario acquistare.

Alimentazione/batteria – Alcuni di questi sono progettati per essere caricati, quindi puoi staccarli e spostarli in casa senza perdere la connessione sincronizzata. Altri si affidano esclusivamente agli adattatori CA. A seconda di cosa prevedi di fare con il tuo altoparlante intelligente, dovrai considerarlo un importante punto di acquisto.

Che cos’è un altoparlante intelligente?

Se può fare di più che agire come un semplice altoparlante PA, allora è un altoparlante intelligente. Ciò significa fondamentalmente che sei in grado di utilizzare molte funzioni dalle specifiche del produttore, che di solito si riducono a poche opzioni di controllo della casa intelligente in modo schiacciante. Sarai in grado di controllare funzioni simili a quelle delle app per smartphone e altro ancora.

Si tratta di avere il dominio completo sulla tua casa. Più prodotti “intelligenti” hai, più automatizzato puoi rendere tutto. Se prendi l’eco, puoi dire “Alexa, chiudi le porte” e il gioco è fatto. Gli altoparlanti intelligenti interagiscono con gli altri dispositivi intelligenti per semplificarti la vita.

Come funzionano gli altoparlanti intelligenti?

Usano il Bluetooth o il Wi-Fi (alcuni usano entrambi, soprattutto se hai intenzione di collegare più elementi intelligenti non correlati alla tua casa) per accedere ai tuoi dispositivi intelligenti. L’attivazione vocale ti dà accesso a più funzioni e, a seconda di quanto è moderna la tua casa, puoi collegare le prese, accendere la caffettiera o semplicemente chiedere al tuo assistente di chiudere la porta.

Dovrai sincronizzare e connettere i tuoi elementi affinché funzioni. Le istruzioni per ogni altoparlante intelligente possono essere trovate in qualsiasi scatola che acquisti, ma se hai utilizzato dispositivi Bluetooth in passato, noterai che il processo è estremamente simile.

Come mantenere un altoparlante intelligente?

Devi posizionare il tuo altoparlante intelligente in modo strategico, in modo da poter accedere ai comandi vocali da più punti della casa ed essere in grado di ascoltare le tue melodie ovunque tu vada. La manutenzione in realtà dipende da questa posizione, soprattutto perché è un’elettronica fragile. Che si tratti di Echo o di qualsiasi altra cosa nella nostra lista, c’è una cosa in comune: sono dispositivi a mani libere. Possono attenuarlo sulla durata fisica, purché possa resistere alla polvere e agli urti attorno a un tavolo.

La maggior parte di noi posiziona i nostri altoparlanti intelligenti in cucina o ovunque abbiamo intenzione di mangiare (che sia una sala da pranzo o un vassoio vicino alla TV). Dove lo userai più spesso è dove sarai più spesso – nella foga del momento. Fuoriuscite, cadute e tutto il resto possono essere un knockout in un colpo solo per il tuo altoparlante.

Il tuo compito principale è tenerlo pulito, ma non puoi evitare la polvere. Usa un asciugacapelli a bassa regolazione, panni in microfibra o panni di cotone per rimuovere la polvere. La maggior parte di questi modelli ha un guscio esterno in tessuto, il che significa che versamenti e macchie lo scoloriranno e non ha senso cercare di rimuoverli: lascerai semplicemente i tuoi componenti interni vulnerabili all’ambiente circostante. . Rimuovi la polvere, tienilo lontano dal traffico e puoi godertelo per gli anni a venire.

Qual è la differenza tra Amazon Echo, Google Home e Apple Homepod?

Tutto questo reagisce e interagisce con i tuoi dispositivi intelligenti in un modo molto simile. Ci sono alcune differenze notevoli e, se volessi sfogliare i rapporti di aggiornamento, sono sicuro che saresti in grado di trovarne molti minuti. Qui mostreremo solo le principali differenze tra loro.

Se inserisci a Amazon Eco, puoi interagire più liberamente con il tuo account Amazon. Guarda un annuncio, chiama Alexa e acquista l’articolo senza nemmeno alzarti. Inoltre, puoi interagire con i tuoi servizi Amazon Prime. Se laAmazon Eco è preferito, in parte perché hai già effettuato l’accesso ai tuoi servizi di musica e video Prime, quindi puoi soddisfare quasi tutte le richieste e sei a posto.

Decidi di optare per a home page di google ? Molti altri lo hanno fatto ed è il più grande concorrente di Amazon Echo. Questa è una valida seconda opzione e ha interazioni fantastiche con quasi tutti i servizi Google. Crea documenti con la tua voce, attiva il tuo account Play Store, ascolta la musica di Google; è molto simile all’Echo, con quasi tutti i vantaggi del testa a testa.

il Homepod di mele è un po’ indietro rispetto ai tempi, ma è comunque una buona scelta. Hanno avuto un inizio molto difficile, con molti callback e aggiornamenti necessari per far funzionare il software semplice. Sebbene le loro dinamiche vocali siano meno sofisticate di Alexa o Google Assistant, fanno rapidamente fatica a tenere il passo con gli altri due giganti in questo spazio. Apple è nota per il rilascio di prodotti difettosi e ora che è trascorso abbastanza tempo, la maggior parte dei problemi è stata risolta.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti