Miglior caricabatterie wireless


Guida all’acquisto del caricabatterie wireless

Come abbiamo scelto la nostra selezione di caricabatterie wireless

Poiché i caricabatterie per telefoni wireless sono una tecnologia relativamente nuova, non puoi davvero dire “Questo produttore ha una lunga storia nella produzione di caricabatterie wireless di alta qualità, quindi meritano una considerazione speciale”. In quanto tale, il cui marchio è su quale prodotto non ha pesato molto nel nostro processo decisionale. Ogni prodotto è partito da zero e ha dovuto ritagliarsi un posto nella nostra lista solo in base ai suoi meriti, ad eccezione di tutte le altre considerazioni (comprese le recensioni di terze parti che di solito prendiamo con le pinze, comunque). Detto questo, prendiamo sempre in considerazione il prezzo di questi articoli, poiché ci preoccupiamo sempre di fornire valore ai nostri lettori.

Cosa cercare in un caricabatterie wireless

La maggior parte delle persone usa un caricabatterie wireless per caricare il telefono mentre dorme la notte. In genere, si siede sul comodino e le persone devono solo abbassare i telefoni prima di chiudere gli occhi. Ad altri, invece, piace tenere un caricabatterie wireless in ufficio e posizionare il telefono sulla base di ricarica quando non è in uso in modo che sia sempre carico. Se stai cercando un caricabatterie wireless Qi, ecco alcune cose che potresti voler cercare oltre alla velocità di ricarica:

Numero di bobine – Alcune persone vedono che il caricabatterie X ha 1 bobina mentre il caricabatterie Y ha 3 bobine e presumono che il caricabatterie Y debba essere più veloce. Tuttavia, il numero di bobine in realtà ha poco o nessun effetto sulla velocità di carica e dipende piuttosto dalla quantità di superficie di carica attiva sul wafer. (Pensa a ciascuna bobina come un fornello sulla parte superiore di un fornello.) Se ci sono 3 bobine sparse sulla superficie della base di ricarica, significa che non è necessario prestare attenzione a dove si trova il telefono. Può essere caricato ovunque. Se c’è solo una bobina, devi stare attento a metterla con precisione su quella bobina o non otterrai una carica.

Presa – Poiché la maggior parte delle persone posiziona la base di ricarica wireless sul comodino e carica il telefono mentre dorme, spesso prende il telefono in mano non appena si sveglia. Se sei tu – e non sei tutto lì quando ti svegli – puoi toccare il telefono invece di afferrarlo ordinatamente e potrebbe finire sul pavimento. A meno che, ovviamente, la base di ricarica non abbia una superficie aderente e antiscivolo. Inoltre, se ti imbatti nella base di ricarica senza rendertene conto e disallinea il telefono dall’allineamento della bobina, potresti svegliarti e scoprire che il telefono non si è caricato durante la notte. Ma ancora una volta, questo non accadrà se la superficie della base di ricarica ha una presa sufficiente.

DI IL – Alcuni elettrodi di carica hanno un’illuminazione a LED sempre accesa e brillante. Sembrano piuttosto belli, ma non sono così belli da avere sul comodino dove è probabile che ti tengano sveglio la notte. Tuttavia, alcuni DI IL accendi per alcuni secondi o minuti dopo aver posizionato il telefono nella base, quindi spegni per farti dormire. Se il notebook wireless che stai guardando ha luci a LED, assicurati di controllare se sono ancora accese o se si spengono abbastanza rapidamente.

Domande frequenti sui caricabatterie wireless

I caricabatterie wireless possono essere caricati tramite una custodia?

Questa è una delle domande più comuni che le persone hanno quando valutano l’acquisto di un caricabatterie wireless. Ed è buono. La risposta alla domanda se il caricabatterie wireless funzionerà con la custodia del telefono è “Dipende”. Qi è di gran lunga il tipo di ricarica wireless più diffuso e funziona tramite bobine a induzione magnetica, un trasmettitore e un ricevitore. Se la custodia del tuo telefono è di plastica (come la maggior parte), non dovrebbe entrare in conflitto con questo sistema. Il telefono dovrebbe caricarsi bene. Se, tuttavia, la custodia del telefono è realizzata in qualche tipo di metallo, è quasi certo che il metallo interferirà con il trasmettitore. E non ci vuole molto metallo per interferire. Anche un piccolo supporto magnetico per la tua auto sul retro del telefono potrebbe interferire con il processo di trasmissione.

La ricarica wireless è veloce quanto la ricarica cablata?

Nella maggior parte dei casi, al momento della stesura di questo articolo, la ricarica cablata sarà più veloce della ricarica wireless. Ma questo dovrebbe sicuramente cambiare nel prossimo futuro. Inoltre, attualmente ci sono caricabatterie wireless e telefoni abilitati Qi che supportano la ricarica wireless super veloce. È solo che non è ancora molto comune. In verità, tuttavia, il problema della velocità non è un grosso problema. O almeno non dovrebbe esserlo. Dal momento che la maggior parte delle persone carica i propri telefoni mentre dormono. Quindi se ci vogliono 1 ora o 4 ore non ha molta importanza.

La ricarica wireless è sicura di notte?

La ricarica a induzione, che è alla base dello standard Qi, è il tipo di ricarica wireless più comune attualmente disponibile. Genera un debole campo elettromagnetico che si estende solo a breve distanza dalla base di ricarica. Non sono noti problemi di sicurezza con questo tipo di carico. Gli spazzolini elettrici e altre forme di tecnologia domestica utilizzano la ricarica a induzione da diversi anni senza incidenti. In effetti, la ricarica induttiva può essere più sicura del collegamento, poiché non ci sono connettori elettrici esposti coinvolti nel processo, il che riduce effettivamente il rischio di shock e cortocircuiti. Così puoi dormire sonni tranquilli sapendo che il tuo caricabatterie wireless Qi è sicuro per te o per i tuoi cari.

Come riceve l’energia il blocco di ricarica?

Questa è un’altra domanda che viene fuori tutto il tempo. È naturale che le persone mettano insieme 2 e 2 e inizino a pensare: “Se metto il mio telefono sulla base di ricarica per assorbire energia, da dove viene l’energia alla base di ricarica? quella che consumo?” Se hai letto le “caratteristiche chiave” sopra, probabilmente avrai notato che un buon numero di ricariche viene fornito con cavi di ricarica USB da 3 o 5 piedi. Questi sono i cavi che si collegano alla presa a muro e all’alimentatore per fornire energia. La maggior parte sono piuttosto corti perché sono pensati per essere collegati alla presa accanto al letto. Allora perché vengono chiamati caricabatterie “wireless”? Sono “wireless” perché non è necessario estendere un cavo dal telefono al notebook o al muro per caricarlo. Metti il ​​telefono sul blocco note e si caricherà. L’unico tipo di ricarica completamente wireless è quella fornita da un power bank mobile e wireless. Ma anche in questo caso, a un certo punto dovrai collegare il power bank per ricaricarlo.

Puoi usare un caricabatterie wireless nella tua auto?

Puoi farlo. Ma non è sempre la cosa più conveniente da fare. Oggi, alcune auto sono dotate di stazioni di ricarica Qi di serie. Sfortunatamente, la maggior parte di queste stazioni Qi si trova sotto il livello degli occhi, nella console centrale tra le sedie. È quindi difficile monitorare e rispondere al telefono durante la guida. (In effetti, non dovresti monitorare o rispondere al telefono mentre guidi, anche se molte persone lo fanno.) Se non ti piace avere il telefono spento e nascosto durante la guida, ci sono una serie di diversi tipi di ricarica wireless stazioni disponibili per auto che consentono di montare il telefono più in alto sulla parte anteriore o anche nella parte superiore del cruscotto. Ma questa è una lista per un altro giorno.

La ricarica wireless danneggia la batteria?

No. Non ci sono prove che i migliori caricabatterie wireless danneggino la batteria. Una cosa nota per accorciare la durata di una batteria agli ioni di litio è mantenerla sempre completamente carica. Oppure lascia che si scarichi quasi a zero prima di ricollegarlo. Idealmente, dovresti lasciare che la batteria si scarichi a circa il 50%, quindi caricarla al 90 o al 95%, con cariche occasionali del 100%. Come mai ? È legato al funzionamento della batteria agli ioni di litio. E il fatto che più la batteria è carica, più rapidamente si degradano gli elettroliti nella batteria. La spiegazione scientifica completa richiederebbe poche pagine, ma questo è il succo. Quindi, se vuoi preservare la tua batteria, non tenerla completamente carica per tutto il tempo o lasciarla scaricare a zero.

La ricarica Qi è sicura?

Come accennato in precedenza, lo standard di ricarica Qi si basa sulla ricarica a induzione, che utilizza un debole campo elettromagnetico per caricare la batteria del telefono. Test scientifici rigorosi non hanno rivelato alcun rischio per la salute o la sicurezza associato a questo tipo di carico. La risposta è quindi “Sì, ricaricare il Qi è perfettamente sicuro”.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti