Miglior cacciavite dinamometrico


Guida all’acquisto del cacciavite dinamometrico e domande frequenti

Come abbiamo scelto la nostra selezione di cacciaviti dinamometrici

Al fine di restringere la nostra vasta selezione di consigli sui prodotti in un elenco definitivo e completo, trascorriamo ore a setacciare recensioni e ricerche online per scoprire fatti e cifre critici che altrimenti potrebbero essere trascurati. Le nostre selezioni di prodotti devono fornire qualità e un eccellente rapporto qualità-prezzo, nonché un’esperienza utente che riteniamo appropriata e rappresentativa della categoria di prodotti che stiamo recensendo. Il nostro obiettivo è sempre quello di portare una vasta gamma di marchi a una fascia di prezzo attraente e attraente per la tua valutazione. Possiamo dire che facciamo tutto il lavoro in modo che tu non debba farlo!

Caratteristiche da cercare nei cacciaviti dinamometrici

Oltre a decidere quale tipo di cacciavite dinamometrico scegliere, se manuale, elettrico o pneumatico, ci sono alcuni altri criteri importanti da considerare prima di prendere la decisione di investimento. Di seguito, abbiamo elencato alcune delle funzionalità che potresti voler valutare.

Durata – Un buon cacciavite dinamometrico non è esattamente un acquisto economico, quindi è ovvio che desideri che questo investimento duri il più a lungo possibile. Tutti gli strumenti sono soggetti a rotture e corrosione nel tempo, quindi quando si tratta di cacciaviti, è ragionevole acquistare la qualità più alta che ti puoi permettere e prendere in considerazione la scelta di marchi affidabili che verranno forniti con una garanzia del produttore decente.

Gamma – Il gamma è uno dei fattori critici da considerare quando si sceglie il prossimo cacciavite dinamometrico, poiché alcuni lavori richiedono una coppia molto più elevata di altri per essere completati, richiedendo una gamma più completa e una maggiore durata per portare a termine il lavoro e durare per anni senza bisogno di essere sostituito. In generale, la gamma di coppia che ci si può aspettare di trovare in un cacciavite va da 0,01 Nm (1,4 pollici oncia) fino a 30 Nm (265 pollici libbre). Sfortunatamente, non abbiamo ancora scoperto uno strumento in grado di svolgere tutti i tipi di lavori che farai più spesso, quindi non abbiamo ancora trovato uno strumento per decidere l’ambito dei compiti da svolgere.

Certificato di calibrazione – Acquistare un cacciavite dinamometrico corredato di certificato di taratura è come stipulare una polizza assicurativa per tutelarsi e tutelarsi da eventuali danni. Per garantire che il tuo cacciavite dinamometrico fornisca risultati accurati e affidabili, vale la pena assicurarsi che sia stato calibrato correttamente in primo luogo e un certificato è la tua garanzia che lo sia. Avere un certificato di calibrazione significa che il tuo cacciavite è stato testato e approvato dal National Institute of Standards Technology o dal National Measurement Institute. Questo non è un prerequisito, ma fornisce una preziosa garanzia che il tuo strumento sia conforme prima di iniziare qualsiasi importante progetto professionale o fai-da-te.

Limitatore frizione – Questo è il fulcro del cacciavite dinamometrico e, come suggerisce il nome, limita la coppia fisica che può essere applicata a una vite. La quantità varierà, ovviamente, a seconda del modello e del produttore del cacciavite che possiedi, ma le impostazioni della frizione stesse sono generalmente indicate da numeri contrassegnati sulla frizione in quello che è noto come Nm o Newton. Le frizioni si dividono in tre tipi principali: frizione a cuscino, frizione a camma e frizione a spegnimento automatico. Tipicamente, gli innesti a cuscino o ad attrito, come vengono anche chiamati, si trovano su avvitatori pneumatici o elettronici, avvitatori a camma su avvitatori manuali e avvitatori dinamometrici elettrici anti-shake. Questo tipo è più adatto per lavori di alta precisione che richiedono molto controllo.

Dimensione del mandrino – La dimensione del mandrino è intrinsecamente proporzionale alla dimensione del cacciavite e questa è la parte dove vengono attaccate le varie punte per eseguire questo lavoro. Se desideri un cacciavite versatile con cui puoi eseguire molti lavori diversi, utilizzando punte di dimensioni diverse, devi scegliere una dimensione della frizione che è una dimensione comunemente usata. Scegliendo qualcosa come un esagono da 1/4 di pollice, puoi usare qualsiasi bit da 1/4 di pollice, ad esempio.

Presa ed ergonomia – Lavorare con qualsiasi tipo di utensile, soprattutto per lunghi periodi, può causare affaticamento. È quindi fondamentale scegliere uno strumento che offra una buona presa, stabile ma confortevole. Quando la fatica inizia, possono verificarsi incidenti e questo può essere particolarmente pericoloso quando si tratta di elettroutensili. Scegli un cacciavite dinamometrico che si sente bene appesantito ma comodo nella mano e preferibilmente con un’impugnatura morbida che puoi tenere saldamente e saldamente. Considera il peso, l’equilibrio, la forma e il materiale del tuo cacciavite. Se sai che lavorerai con il tuo cacciavite per diverse ore, vale la pena assicurarsi che l’ergonomia funzioni per te.

Cacciavite dinamometrico FAQ

A cosa servono i cacciaviti dinamometrici?

Diamo prima un’occhiata ai diversi tipi di cacciaviti dinamometrici e poi discutiamo delle loro varie applicazioni, poiché alcuni sono più adatti per una moltitudine di compiti, dalle applicazioni leggere agli ambienti di produzione.

Cacciavite dinamometrico manuale – Si compone di due modelli popolari: l’impugnatura in linea e l’impugnatura a pistola. I moderni cacciaviti dinamometrici manuali sono caratterizzati dal design ergonomico e dalle comode impugnature gommate, progettate per ridurre al minimo l’affaticamento della mano durante l’uso prolungato. Dal punto di vista dell’applicazione, sono ottimi avvitatori leggeri quando il controllo di base della coppia è richiesto solo per una piccola quantità di coppia. Pertanto non sono raccomandati per scenari e lavori che richiedono avvitamenti ad alto volume.

Cacciavite dinamometrico elettrico – Comunemente presente in tre modelli principali: impugnatura a pistola, angolare e in linea. Possono essere dotati di motori brushless o brushless e possono funzionare a velocità fino a 2000 rpm. I cacciaviti dinamometrici elettrici sono probabilmente i più popolari e sono ideali per lavori di assemblaggio leggeri e ambienti di produzione ad alto volume. Sono un ottimo strumento per aumentare produttività ed efficienza, garantendo un rapido montaggio e smontaggio dei prodotti.

Cacciavite dinamometrico a batteria – Simile all’avvitatore elettrico, ma con l’ulteriore comodità di essere cordless che offre una maggiore flessibilità di utilizzo in una varietà di ambienti di lavoro. Alimentati da una batteria agli ioni di litio, sono un’ottima opzione per i lavori in cui è richiesta la mobilità e possono anche ridurre i rischi sul posto di lavoro. Questi sono di gran lunga i cacciaviti più versatili e spesso sono dotati di luci a LED sulla parte anteriore per una migliore visibilità in luoghi difficili da raggiungere. Inoltre tendono ad essere leggeri, ergonomici e comodi da usare. Troverai spesso questi tipi di cacciaviti dinamometrici negli ambienti automobilistici e di produzione generale, nonché nelle linee di assemblaggio elettronico.

Cacciavite dinamometrico pneumatico – Questi tipi di avvitatori sono comunemente utilizzati su linee di montaggio che richiedono coppie elevate e tempi ciclo rapidi e ripetitivi. Sono spesso associati all’industria automobilistica, aerospaziale e marina. Sono strumenti estremamente affidabili e offrono la più ampia gamma di modelli e impostazioni di coppia elevata. È possibile trovare cacciaviti dinamometrici pneumatici nella maggior parte degli ambienti di produzione.

Qual è la differenza tra un cacciavite e un cacciavite dinamometrico?

Un normale cacciavite è composto da un manico, un manico e una punta che saranno disponibili in una varietà di stili e dimensioni diversi a seconda del lavoro per cui ne hai bisogno. I cacciaviti sono azionati dalla propria forza e sono quindi limitati in questo senso. D’altra parte, un cacciavite dinamometrico può essere manuale, ma può anche essere pneumatico o elettrico e sarà inoltre dotato di un meccanismo di frizione che può essere regolato per fornire una certa forza. A seconda del modello di cacciavite dinamometrico in cui hai investito, il cacciavite stesso scatterà in posizione, continuerà a girare in posizione o si spegnerà quando raggiunge la coppia preimpostata. Il vantaggio è che non dovresti mai essere in grado di stringere eccessivamente o danneggiare qualcosa che stai cercando di stringere.

Quando devo calibrare il mio cacciavite?

Parliamo prima di calibrazione. Se stai cercando uno strumento preciso e preciso, è meglio acquistarne uno che viene fornito con un certificato di calibrazione rilasciato dall’Istituto nazionale di misurazione o dall’Istituto nazionale di standard e tecnologia. Quando si tratta di calibrare il cacciavite, è allora che non soddisfa più tali standard. Dovrebbe essere evidente perché scoprirai che le viti sono troppo allentate o troppo strette e la testa del tuo cacciavite inizia a funzionare in modo anomalo. Come regola generale, la maggior parte dei produttori consiglia di calibrare il cacciavite ogni 12 mesi o ogni 5.000 cicli, a seconda della frequenza di utilizzo.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti