Miglior protettore dell’udito


Guida all’acquisto di protezioni per l’udito e domande frequenti

Come abbiamo scelto la nostra selezione di protezioni acustiche

Il nostro team di revisione dei prodotti non ha sempre l’opportunità di provare ogni prodotto da solo e quando si tratta di qualcosa di più tecnico come un paio di protezioni per l’udito, leggere le recensioni è essenziale e ottenere una valutazione professionale della loro forma fisica generale dalle persone che li usano giorno dopo giorno per sostenere il loro lavoro o hobby. Passiamo ore a valutare il feedback dei clienti professionisti e dilettanti e ad assicurarci che un campione rappresentativo di marchi affidabili sia incluso nelle nostre recensioni. La qualità, ovviamente, è di fondamentale importanza e sebbene il prezzo finale non sia un fattore chiave poiché il budget di ognuno è diverso, offrire un eccezionale rapporto qualità-prezzo lo è, quindi il costo viene preso in considerazione.

Sulla base delle recensioni, del marchio, del prezzo e della qualità, siamo quindi stati in grado di stabilire quella che riteniamo essere un’impressionante selezione dei migliori dispositivi di protezione dell’udito da tenere in considerazione.

Caratteristiche da cercare nei dispositivi di protezione dell’udito

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti e raccomandazioni sulle caratteristiche a cui ti consigliamo di prestare attenzione prima di acquistare un paio di protezioni acustiche.

National Public Radio, Radio Pubblica – Significa il livello di protezione dal rumore, è il numero importante che indica quanti decibel di protezione dal rumore possono fornire fisicamente i tuoi dispositivi di protezione dell’udito.

passivo vs. elettronico – Dal momento che viviamo in un mondo digitale, quasi tutto viene fornito con il suo modello passivo originale vs. l’ultima versione elettronica tecnologicamente avanzata e le protezioni acustiche non sono diverse in questo senso. Non è necessario, ma l’elettronica significa che questi tappi per le orecchie o cuffie con cancellazione del rumore funzioneranno meglio dei loro fratelli passivi! In particolare, le cuffie con cancellazione del rumore digitale sono dotate di funzionalità extra che potrebbero piacerti, come l’ingresso e l’uscita audio che possono essere regolati, ma la loro capacità di bloccare il suono è più una funzione del design che della tecnologia.

Connettività – Il connettività saranno presi in considerazione solo se scegli uno stile elettronico, nel qual caso potrebbero venire con alcune funzionalità extra piuttosto interessanti tra cui la possibilità di connettersi al tuo iPhone o lettore MP3 o microfoni direzionali che ti consentono di ascoltare i suoni degli ambienti importanti. Le protezioni acustiche elettroniche possono anche essere dotate di una comoda ricarica USB o di un’opzione batteria conveniente.

Comfort e regolabilità – Ciò che rende i migliori dispositivi di protezione dell’udito i più vantaggiosi è la loro vestibilità e il comfort che offrono intorno all’orecchio. Se sono troppo grandi per essere pratici e lasciano entrare troppo suono, è come se fossero troppo piccoli e scomodi e non si adattassero correttamente al condotto uditivo. Devi acquistare un paio che sia giusto per te, indipendentemente dalle ultime tendenze, forme e dimensioni. È tutta una questione di comfort, quindi se hai una testa più grande della media devi assicurarti che l’archetto sia regolabile per adattarlo e che i padiglioni auricolari siano posizionati esattamente dove ne hai bisogno. , sopra le orecchie e non intorno al collo da qualche parte!

Livelli di decibel – Si consiglia di indossare protezioni per l’udito se si sta per essere esposti a suoni che registrano più di 85 decibel. Di seguito sono elencati alcuni dei rumori più comuni sul posto di lavoro, i quali dimostrano la necessità di una protezione acustica.

  • Rumore tipico della strada = 85 decibel
  • Tosaerba = 85 decibel
  • Carrello elevatore = 90 decibel
  • Motosega = 115 decibel

Tipi di protezioni per l’udito

Cuffie – Se non ti piace l’idea di avere qualcosa attaccato all’interno dell’orecchio, soprattutto per un lungo periodo di tempo, allora la tua preferenza sarà probabilmente per un paraorecchie del tipo a padiglione. Di solito sono fatti di un materiale fonoassorbente con cuscinetti morbidi e confortevoli che si adattano a un cappuccio esterno rigido che sarà tenuto insieme da una fascia regolabile. Sono molto bravi a attutire livelli di rumore pericolosi e a fornire protezione contro l’esposizione a rumori forti.

Preso nell’orecchio – Quando si tratta di tappi per le orecchie, hai diverse opzioni tra cui scegliere. I tappi per le orecchie non sono solo efficaci nel ridurre al minimo il rumore, ma anche nel proteggere l’orecchio interno dall’acqua. Sono generalmente classificati in base alla loro costruzione:

  • Tappi in schiuma – economico e realizzato in PVC
  • Tappi in silicone – più flessibile con quella che potrebbe essere descritta come una sensazione di pasta e modellata per adattarsi all’interno del condotto uditivo.
  • Spine flangiate – costituiti da una serie di anelli palmati che li fissano all’interno del condotto uditivo e costituiscono un’efficace barriera contro il rumore, proteggendoli dalle cadute.
  • Tappi stampati personalizzati – Realizzato su ordinazione appositamente per l’orecchio del paziente per garantire un adattamento preciso.

Domande frequenti sulla protezione dell’udito

I tappi per le orecchie sono meglio dei paraorecchie?

Sia i tappi per le orecchie che i paraorecchie forniscono una protezione adeguata, quindi questo è più il tipo di casco che preferisci indossare. Il tipo di tappi per le orecchie usa e getta che si torcono ed espandono ulteriormente all’interno del condotto uditivo possono essere molto efficaci nel bloccare il rumore e sono leggeri, discreti ed economici. Lo svantaggio è che isolano e bloccano gran parte del rumore ambientale, il che può essere al contrario un rischio per la sicurezza. Sono anche scomodi da indossare se hai mal d’orecchi o hai orecchie sensibili.

D’altra parte, le cuffie sono più ingombranti e possono diventare piuttosto calde nel tempo, inoltre non bloccano altrettanto il rumore. Se lavori all’aperto durante i mesi invernali, possono anche fungere da paraorecchie!

Quale parte dell’orecchio è danneggiata da un rumore pericoloso?

Il processo fisico dell’udito è un processo abbastanza complesso che richiede al nervo uditivo di portare segnali al cervello attraverso una serie di passaggi abbastanza complessi. All’inizio, le onde sonore entrano nell’orecchio esterno e passano attraverso il canale che porta al timpano interno. È il timpano che vibra e invia queste vibrazioni a tre piccole ossa che compongono l’orecchio medio. L’orecchio medio invia quindi le vibrazioni dell’aria nella coclea o nell’orecchio interno che è pieno di liquido. Le vibrazioni quindi fanno sì che questo fluido si increspi con le forme d’onda in movimento su cui si muovono minuscole cellule ciliate. Il movimento di queste cellule ciliate crea un altro segnale elettrico che viene portato al cervello e tradotto in quello che chiamiamo suono.

Nella maggior parte dei casi di NIHL, è il danno a questi minuscoli peli microscopici che provoca la perdita del lavoro. Nell’uomo, una volta che le cellule ciliate sono danneggiate, scompaiono per sempre e non ricrescono mai.

Quanto rumore può danneggiare l’udito?

La perdita dell’udito indotta dal rumore, o la perdita dell’udito indotta dal rumore, o la perdita dell’udito indotta dal rumore, può essere causata da un’esposizione una tantum a suoni forti come un’esplosione o da un’esposizione continua a suoni forti per un lungo periodo di tempo, come quelli che di solito sperimenti sul lavoro. Oltre a questi due scenari, ci sono anche una serie di attività ricreative che possono metterti a rischio dal NIHL, tra cui il tiro al bersaglio, la partecipazione a concerti di musica ad alto volume e l’uso di macchine come tosaerba e soffiatori di foglie.

Il rumore stesso viene misurato in decibel ed è improbabile che qualsiasi cosa registrata al di sotto dei 75 decibel causi danni a lungo termine. Tuttavia, se sei regolarmente esposto a suoni superiori a 85 decibel, c’è una reale possibilità che il tuo udito venga danneggiato.

Per contestualizzare, abbiamo elencato di seguito alcuni dei decibel medi più comuni per alcuni dei suoni più frequenti e familiari.

  • Ronzio del frigorifero = 45 decibel
  • Conversazione giornaliera = 60 decibel
  • Traffico cittadino intenso = 85 decibel
  • Moto = 95 decibel
  • Lettore MP3 alla massima potenza = 105 decibel
  • Sirene = 120 decibel
  • Armi da fuoco = 150 decibel

I tappi per le orecchie possono danneggiare le orecchie?

È certamente importante notare che se indossati in modo errato, i tappi per le orecchie possono fare più male che bene. Sebbene siano appositamente progettati per proteggere la struttura interna dell’orecchio, ci sono alcuni casi in cui dovrebbero essere evitati per la propria protezione. Indossare i tappi per le orecchie in particolare può essere pericoloso e portare alla formazione di cerume. In circostanze normali della vita quotidiana, il cerume drena gradualmente per prevenire l’accumulo di cerume impattato, a sua volta caratterizzato da acufene o ronzio nell’orecchio. Indossare i tappi per le orecchie può impedire il drenaggio e quindi dovresti assicurarti di pulire i tappi per le orecchie e il condotto uditivo regolarmente se hai intenzione di indossare i tappi per le orecchie regolarmente.

L’altro pericolo è che i tappi per le orecchie emettano un suono soffocante così buono che se ti trovi in ​​un ambiente pericoloso, non sarai avvisato se vengono attivati ​​allarmi di emergenza critici, come i rilevatori di fumo per esempio. Se è necessario essere vigili, ad esempio quando si prende cura di un bambino, si guida o si utilizzano macchinari in un ambiente potenzialmente pericoloso, è utile avere sempre mente e udito.

Inoltre, fai attenzione a evitare l’accumulo di batteri che possono portare a infezioni alle orecchie e, peggio ancora, alla perdita dell’udito.

Qual è il punteggio NRR più alto per le cuffie antirumore?

NRR sta per Noice Reduction Rating e indica il livello massimo di rumore che i tuoi tappi per le orecchie o le cuffie sono in grado di bloccare. La valutazione sarà probabilmente 33 al massimo per i tappi per le orecchie e leggermente inferiore a 31 per i paraorecchie. Se hai combinato i tappi per le orecchie e le cuffie, questo livello aumenta a 36. Confrontalo con i tappi per le orecchie usa e getta o riutilizzabili che possono fornire protezione solo da un livello di protezione NRR di 20 medio-basso.

Quali sono i vantaggi di indossare contemporaneamente tappi per le orecchie e cuffie antirumore?

Si consiglia di installare una doppia protezione di ventilazione se si lavora in ambienti o se si utilizzano macchine che emettono una frequenza di rumore superiore a 105 decibel. Questa è anche un’ottima idea se stai usando armi da fuoco che emettono alti livelli di rumore. Combinando i tappi per le orecchie con le cuffie antirumore, puoi ottenere in media da 4 a 8 decibel aggiuntivi di protezione dal rumore, il che significa che il suono complessivo può essere dal 25% al ​​45% più silenzioso indossando entrambi contemporaneamente.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti