Miglior monitor touchscreen


Guida all’acquisto del monitor touchscreen

Come abbiamo scelto la nostra selezione di monitor touchscreen

Amiamo fare le nostre selezioni e come sempre ci sono diversi punti chiave che cerchiamo quando prendiamo la nostra decisione. Questo per assicurarci di non scegliere qualcosa che sembra buono ma non funziona. Non scegliamo qualcosa solo perché siamo stati sottoposti a lavaggio del cervello dal marketing e crediamo sinceramente che sia il miglior monitor che ci sia (di solito non lo è). Non selezioniamo nulla che sia ben al di fuori della fascia di prezzo media dei tizi e questo è un modello specializzato per i professionisti. Stiamo solo cercando di trovare monitor che possano piacere a tutti.

Esami – Chiunque recensisca un prodotto di solito sa esattamente cosa sta cercando e quindi ci sentiamo in dovere di fidarci del suo giudizio su tutti gli altri. Le recensioni ci forniscono una visione approfondita degli aspetti del prodotto che all’inizio non comprendiamo o non comprendiamo e possono spiegare in modo appropriato cosa è buono, cosa non lo è e cosa potrebbe essere migliorato. Ciò contrasta con le descrizioni dei prodotti che ci dicono solo le cose migliori e ignorano completamente i fattori spesso essenziali che scoprirai troppo tardi.

Marca – Invece di seguire la strada noiosa di concentrarci solo su quello che molti considerano il miglior marchio sul mercato, volevamo trovare una gamma di marchi divertente e diversificata che piacesse a tutti. Solo perché alcuni trovano che Brand X sia il migliore per loro non significa che sia il migliore per te, e offrire diverse opzioni ti consente di esplorare una varietà di funzioni e caratteristiche. Alcuni di questi potrebbero essere esclusivi di marchi specifici, quindi perché dovresti perdere tutto il divertimento?

Prezzo – Come qualsiasi dispositivo elettronico, ci sono punti di prezzo che assicurano che tutti possano permettersi qualcosa, ma i prodotti più economici possono dissuadere alcuni consumatori dall’acquistarli a causa di preoccupazioni sulla loro funzionalità e affidabilità. Se puoi permetterti il ​​meglio del meglio, scegli il meglio, ma se stai cercando qualcosa di più economico, cerca le caratteristiche piuttosto che il prezzo, perché a volte potresti. su un buon affare.

Caratteristiche da cercare nei monitor touchscreen

Prima di spendere soldi e tuffarti nel meraviglioso mondo dei monitor touchscreen, assicurati di considerare prima cosa ti serve da un monitor. Va bene per le aziende bombardarti con fantastici componenti aggiuntivi e funzionalità del prodotto, ma se non ne hai bisogno, qual è il punto? Ecco le caratteristiche più importanti a cui prestare attenzione quando si acquista un touchscreen.

Formato – A seconda di come si desidera utilizzare il monitor, è necessario considerare le dimensioni dello schermo. I grafici, ad esempio, hanno bisogno di uno schermo abbastanza grande per i loro progetti. Gli schermi di grandi dimensioni riducono anche il rumore visivo e salvano l’ingombro del desktop e delle applicazioni.

Potresti non avere abbastanza spazio per questo, quindi sarà sufficiente uno schermo sul lato più piccolo. Le misurazioni che vedi sono fatte in diagonale da un angolo all’altro dello schermo, quindi tienilo a mente prima di acquistare.

Tipo di visualizzazione – Ancora una volta, il tipo di display che scegli dipenderà dalle tue intenzioni per il monitor. I grafici avranno bisogno di qualcosa che offra colori vivaci con una precisione eccellente. Ciò richiede un display IPS (In-Plane Switching).

Anche chi desidera un monitor per giocare o utilizzare servizi di streaming può trarne vantaggio, ma un display TN (Twisted Nematic) standard dovrebbe essere sufficiente per un uso occasionale.

Dovresti anche considerare la finitura. Gli schermi opachi riducono l’abbagliamento nelle aree molto illuminate, ma non hanno un bell’aspetto come le finiture lucide e lucide. È solo una questione di preferenza e

Inserimenti – Gli input sono un pezzo essenziale del puzzle dell’istruttore. Senza di loro, come collegherai il tuo monitor alla macchina? Sebbene i touchscreen siano molto futuristici, molta fantascienza, esattamente quello che ci aspettiamo entro il 2018, hanno ancora bisogno di una connessione cablata per funzionare.

Gli ingressi tipici che troverai in un touchscreen sono HDMI, USB, DVI-D e VGA. Non importa se manca un monitor, ad esempio VGA, poiché è una soluzione di connettività molto vecchia, ma i monitor senza USB o HDMI non valgono il tuo tempo. Tuttavia, ciò che conta è che queste voci corrispondano alle porte del tuo computer.

Alcune persone acquistano un touchscreen e decidono dopo alcune ore di frustrazione che non funziona. In effetti, hanno completato solo metà del processo di accesso. Il cavo dell’immagine digitale (HDMI, VGA, DVI-D) collega semplicemente il monitor al computer, tuttavia non attiva le funzionalità del touchscreen. Questo viene fatto tramite il cavo USB, quindi prestare attenzione a questo quando si acquista il monitor.

Impostazioni – Le impostazioni precaricate sullo schermo sono come un’arma a doppio taglio. Da un lato, sono progettati per facilitare l’apprendimento dei nuovi utenti, ma agli utenti touchscreen esperti potrebbero non piacere queste impostazioni, avendo già personalizzato il loro modello precedente per soddisfare le loro esatte esigenze.

Puoi modificare queste impostazioni facilmente, ma è comunque un po’ laborioso, soprattutto se vuoi metterti al lavoro il prima possibile e a nessuno piace davvero il cambiamento, giusto?

Altoparlanti – È utile avere altoparlanti integrati. Liberano spazio sulla porta di ingresso; liberano spazio sulla scrivania e non devi portarli con te ovunque tu vada. Alcuni altoparlanti integrati non sono eccezionali e faresti meglio a comprare un set di altoparlanti Bluetooth, soprattutto se sei preoccupato per la disponibilità di input. Sono pratici, tuttavia, e meglio avere e non aver bisogno che aver bisogno e non avere.

Risoluzione – La risoluzione determina le proporzioni, cioè 16: 9, 4: 3 e 1: 1 (che potresti aver usato prima, ma solo se sei uno psicopatico). Nel 21° secolo, sembra che Neanderthal opti per tutto ciò che non è Full HD, ad esempio 1920 x 1080, di cui senza dubbio avrai sentito parlare prima.

Questa è solo una base, tuttavia, ci sono anche Wide Quad HD (2560 x 1440) e 8K Ultra HD (7680 x 4320). È improbabile che il tuo monitor raggiunga un livello di qualità così elevato, quindi concentrandoti sull’HD otterrai un’immagine nitida e abbastanza nitida per tutto ciò di cui hai bisogno.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti