Miglior macinacaffè


Guida all’acquisto del macinacaffè

Se sei un appassionato di caffè, questo è semplicemente qualcosa che devi avere nella tua cucina. Non c’è dubbio, vuoi un caffè appena macinato e vuoi che sia assolutamente perfetto. Ci sono alcune caratteristiche diverse che fanno funzionare bene le smerigliatrici. Ci siamo posti tutte le stesse domande che devi sapere quando cerchi il tuo prossimo macinacaffè da cucina.

Il prezzo va a favore della qualità?

Alcuni dei macinacaffè più resistenti sul mercato sono i modelli economici. Non devi spendere molti soldi sul tuo mulino per ottenerne uno buono. La cosa più importante a cui devi prestare attenzione è la funzione di macinatura stessa: come vengono macinati i tuoi chicchi di caffè? Se ami il caffè, sai già che la dimensione e la granulosità della macinatura hanno un ruolo nel sapore (e nella forza) del tuo caffè e, a seconda del metodo di macinatura utilizzato dal tuo nuovo macinacaffè, vivrai un’esperienza diversa.

Ogni quanto devo pulire i macinacaffè?

Se non hai mai visto l’olio e l’acqua provare a mescolarsi insieme, allora non hai mai visto il processo di preparazione del caffè. Il caffè è naturalmente oleoso, qualcuno direbbe addirittura grasso. I chicchi di caffè lasciano un distinto olio sulla punta delle dita se impasti un chicco di caffè. Tutte le parti in plastica del macinino (anche la plastica è olio) possono diventare molto unte, molto rapidamente. Ti consigliamo di pulire il tuo mulino una volta alla settimana, o almeno una volta su tre se questo non è un rituale quotidiano per te.

Voglio un macinino specifico per l’espresso

Il tuo frantoio non è un pregiudizio. I chicchi di caffè espresso e i chicchi di caffè sono praticamente le stesse cose, specialmente quando passano attraverso un macinacaffè. Dovrai solo prestare attenzione alla ruvidità dei chicchi per assicurarti che facciano un ottimo espresso. Vuoi una consistenza superfine o polverosa. Chicchi di caffè, chicchi di caffè espresso, è lo stesso con il tuo macinacaffè.

Quanto tempo ci vuole per macinare i chicchi di caffè?

Per rispondere semplicemente, tra otto e dieci secondi. Ancora un po’ e fai l’espresso macinato. La macinatura dell’espresso richiede solitamente dai dodici ai quindici secondi, o anche di più. Quando si macina per un espresso, si sceglie una macinatura di tipo medio-fine e polverosa. Ciò consentirà all’acqua calda pressurizzata (che si trova nella tua macchina per caffè espresso) di fluire meglio attraverso i chicchi e ti darà un gusto di caffè più fine.

Le dimensioni della tua macinatura funzionano in modo diverso su macchine da caffè diverse?

Ci sono mille modi diversi per preparare la tua tazza di caffè. Se stai usando una pressa francese, vuoi un caffè grosso. Questo è ciò che gli darà quel sapore terroso e robusto. Passando da ultra grossolana a ultra fine, si passa dalla caffettiera francese alla caffettiera a goccia standard (si pensi a qualsiasi caffettiera Mr. Coffee o Hamilton Beach), fino all’espresso attraverso la macchina da caffè. Più fine è la macinatura, più alto sarà il calibro della tua macchina. Una semplice regola pratica.

Macine a lama oa cono?

Questo influisce direttamente sulla ruvidità del tuo caffè (ci arriveremo tra un minuto). Le macine coniche sono più meccaniche e daranno uniformità ai vostri macinacaffè. Ciò ti consentirà di controllare la qualità e le dimensioni della tua mola, mentre un cutter a lame è essenzialmente una grande elica in un tunnel. Taglia ciò che passa, ma se va a velocità diverse, rischi di tagliare i tuoi chicchi di caffè in modo incoerente.

Qual è la differenza tra le frese in acciaio e quelle in ceramica?

C’è molta meno differenza di quanto si possa pensare. Sia che tu usi una fresa in acciaio o in ceramica, otterrai un gusto simile con una frazione della differenza. Le sbavature in acciaio lasciano le ruote più piccole – non abbastanza piccole da fuoriuscire attraverso il filtro (se stai usando un filtro riutilizzabile), ma rendono le ruote più sottili. Le frese in ceramica danno una sensazione più ruvida alle tue mole. Cosa può fare ?

Il nostro scrittore qui gestisce caffè da cinque anni. C’era una sorta di test di garanzia della qualità sui distruggidocumenti, in cui utilizzavi il campione perfetto di trituratori e li confrontavi con le prestazioni delle tue macchine. La perfetta granulosità della macinatura ha portato ad un gusto corposo senza avere un sapore acquoso. Se i chicchi sono troppo fini, ottieni un gusto un po’ più fine (buffo come spiegarlo, ma a tutti noi è stata data una tazza di caffè monodose che sa di acqua). Se sei aggiornato sulla tua attrezzatura, non dovrai preoccuparti di questo. Dipende anche dalle preferenze di gusto. In genere, l’espresso utilizza chicchi più fini e polverosi, mentre il caffè utilizza chicchi più grossolani.

Puoi macinare le spezie in un macinacaffè?

Puoi assolutamente, ma ci sono alcune cose di cui dovresti stare attento. Se vuoi macinare bastoncini di cannella o forse erbe fresche essiccate, condisci il tuo macinacaffè, il che può essere un problema quando si tratta di macinare i chicchi di caffè in futuro. Può aromatizzare il tuo caffè, e mentre un pizzico di cannella non ha mai fatto male a nessuno (in realtà ha un ottimo sapore in un latte macchiato), il sapore di basilico o timo non è forse il gusto migliore.

Se sei determinato a usarlo come smerigliatrice universale, ecco cosa dovresti fare dopo ogni utilizzo. Questo vale anche quando lo usi per il caffè, perché, al contrario, nessuno vuole le erbe aromatiche al caffè.

Rimuovere tutte le parti – Sembra semplice, vero? Vuoi prestare molta attenzione al tuo modello e a come si riavvia la lama. Se lo metti sottosopra, o se non è ben bilanciato, puoi accendere il frantoio in futuro e il tutto può rompersi in un istante. Se non l’hai rotto, dovrai smontarlo e ricominciare da capo. Se può essere d’aiuto, scatta foto in ogni fase del processo e, una volta terminato, effettua il reverse engineering su un modello pulito e ricostruito.

Ammollo di aceto distillato bianco – Niente è peggio dell’aceto, vero? L’aceto bianco distillato è la prima scelta per chi desidera pulire e igienizzare la propria casa, principalmente in cucina, e vuole anche evitare l’uso di sostanze chimiche dannose o aggressive. Quando tieni la lama d’acciaio contro il macinino, l’ultima cosa che vuoi fare è esporla a sostanze chimiche che possono causare ruggine o, peggio, sanguinare nel caffè o nelle spezie, che essenzialmente ti avvelenano così leggermente. Immergi le parti nell’aceto bianco distillato (quelle non elettriche), e le avrai ripulite in pochissimo tempo.

Rimontaggio – Come abbiamo detto prima, scatta alcune foto per assicurarti di rimettere tutto a posto correttamente. Puoi usare il macinacaffè per macinare le spezie. Se questo è contrario alla politica del produttore nel manuale che riceverai con la tua smerigliatrice (e lo saranno), potrebbe invalidare la garanzia. Diciamo che puoi, non che dovresti. Rimontalo correttamente e assicurati di pulire il macinino dopo ogni utilizzo se vuoi renderlo un macinino per tutti gli usi.


Altre recensioni di prodotti che potrebbero interessarti